POLICLINICO TOR VERGATA

UOSD Risk Management

 

 

 

Dirigente Responsabile: Dott.ssa Barbara Passini

 

Contatti

 

Telefono: 06.2090.3503
Fax: 06.2090.0004
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Organizzazione

In fase di aggiornamento

 

Funzioni ed Attività
 

Nell’ambito del PTV è da tempo attivo un processo di implementazione delle attività di Clinical Risk Management adottato sulla base del Modello per la Gestione del Rischio in ambito sanitario.

In particolare, il Sistema di Gestione del Rischio Clinico del PTV prevede la presenza di figure professionali dedicate al fine di creare una struttura trasversale che aiuti costantemente ad intervenire sul rischio organizzativo, identificando azioni di miglioramento per prevenire/gestire i “Near Miss”, gli “Eventi Avversi” e gli “Eventi Sentinella”.  L’analisi di questi eventi e le azioni di miglioramento vengono inserite nel portale Rating ASL e centralizzate verso il Centro Regionale di Rischio Clinico.

Il Risk Management lavora nell’ottica di fornire:

  • l’impostazione, la promozione e la verifica delle politiche di prevenzione e gestione del rischio messa
    in atto dalla Fondazione Policlinico Tor Vergata con la funzione di pianificare e supportare le scelte di indirizzo della Direzione Strategica e il coordinamento della loro attuazione;
       
  • il supporto e lo sviluppo, unitamente agli Affari Generali, e nell’ambito delle specifiche funzioni del Comitato Valutazione Sinistri delle strategie di riduzione del rischio aziendale e di contenimento del contenzioso relativo a reclami e richieste di risarcimento per responsabilità degli esercenti le professioni sanitarie;
     
  • la condivisione con i Risk Manager delle strutture sanitarie, pubbliche e private accreditate della Regione Lazio;
     
  • la promozione degli audit nonché l’analisi di tutti gli eventi avversi con morte o grave danno del paziente, ovvero degli eventi a valenza mediatica, occorsi presso le strutture sanitarie indicando le azioni di miglioramento da porre in essere e procedendo al monitoraggio dell’applicazione delle stesse;
     
  • la predisposizione annuale e la relativa pubblicazione sul sito internet della struttura sanitaria, della relazione consuntiva sugli eventi avversi verificatisi all’interno della struttura sulle cause che hanno prodotto l’evento avverso e sulle iniziative messe in atto, e del Piano Annuale Risk Management (PARM).
     
  • l’applicazione ed il monitoraggio delle iniziative in tema di gestione della qualità e sicurezza delle cure indicate alle strutture sanitarie;
     
  • l’analisi delle attività in tema di qualità e sicurezza delle cure in tutte le parti di cui essa risulta composta (sicurezza delle strutture e degli operatori e sicurezza dei percorsi diagnostico-terapeutico-assistenziali) nonché nell’ambito delle singole aree dipartimentali delle strutture sanitarie;
     
  • la gestione e il coordinamento dell’attività in tema di rischio e sicurezza del paziente definita dal Ministero della Salute, da Agenas e dai tavoli tecnici nazionali;

  • l’elaborazione ed il monitoraggio dei flussi informativi sulla sicurezza del paziente (eventi sentinella, eventi avversi e near miss), in adempimento agli obblighi previsti di comunicazione dei dati in ottemperanza al coma 2, art.3 Legge 24/2017;
     
  • il supporto tecnico alle attività gestionali della UOC Affari Generali e Assicurativi per la valutazione dei sinistri di competenza.
     
  • il supporto tecnico nell’approfondimento dei dati indicati nel Programma Nazionale Esiti (P.N.E) al fine di intercettare eventuali criticità organizzative/cliniche per adottare strategie adeguate a contenerle. 

 

Inoltre l’attività di Risk Management, a partire da Ottobre 2018 ha calendarizzato attività di riunioni strategiche (Project Office) che esalta un approccio trasversale delle criticità, migliorando il confronto, flusso informatico e comunicazione tra servizi e direzioni strategiche. Gli incontri si svolgono mediamente ogni 15 giorni con la definizione di progetti utili per la risoluzione di criticità rilevanti e di monitoraggio delle attività messe in opera, considerando le responsabilità professionale di chi ha in carico il progetto.

 

L’attività di Risk Management, in conformità alla Determina Regionale G01424 del 10.02.2014, e in  attuazione della Delibera del Direttore generale n. 178 25.03.2016, con la quale il Risk Manager è componente del Comitato per il Controllo delle Infezioni Correlate all’Assistenza (CC-ICA), prevede il coinvolgimento nelle attività di definizione di percorsi, protocolli operativi e linee guida cui aderire al fine di contenere il dilagare di eventi avversi potenzialmente riconducibili ad infezioni correlate all’assistenza.

 

Maggio 2018 - Unità certificata di I° livello ottenuta da dall’Ente Terzo Cepas, secondo il Modello di gestione del rischio in sanità di Federsanità Anci 

 

 

 

Amministrazione Trasparente
Albo Online
Bandi di Gara
Concorsi e Selezioni

Seguici sui nostri social